Per conoscerci meglio

NATI PER UN’IDEA

“I giovani saranno artefici del loro futuro…”.  Così si legge nel nostro Libro delle firme in data 27 settembre 1994 e questa frase è importante per noi perché rappresenta l’imprimatur ufficiale posto alla nostra nascita da Oscar Franchi, Governatore Lions fino al giugno dello stesso anno.
Logo Lions SerravalleL’autore dell’incipit fu pure l’artefice del nostro Club: quando era ancora in carica ebbe l’idea, infatti, di costituire un nuovo Club che radunasse giovani provenienti dai Leo e da altri Lions Club al fine di riunire persone, ritenute di buona qualità, dotate delle medesime energie e di pari entusiasmo.

Un Lions Club di giovanissimi, quindi, all’incirca trentenni, sul quale molte altre persone scommisero riservando tempo, pazienza e dedizione per farlo crescere secondo i principi del lionismo.

Il Lions Club Bologna Valli Lavino e Samoggia ci dedicò anche spazio “con sentimenti di fraterna amicizia”, poiché ci assegnò il territorio castellettese, formalizzando l’entusiastica sponsorizzazione attraverso il documento qui riprodotto, firmato dall’allora Presidente Maurizio Martone, e designando il nostro Lions guida nella persona di Umberto Daini che fu, inoltre, il creatore del guidoncino di cui andiamo molto fieri.

Ricordiamo ancora con grande affetto, Ermanno Bergamini e Andrea Cervellati, i primi formatori che ci iniziarono all’etica lionistica, e Antonio Penzo, che ci ha tanto sostenuti.

E quanto tempo trascorse dall’idea alla realizzazione? Pochissimo, ma fu davvero intenso e compiuto di corsa, in emozionato affanno: nel marzo 1994 alcuni giovani si appassionarono al progetto proposto, nel giugno il Lions Club Castello di Serravalle ottenne l’omologazione internazionale e in settembre si tenne la prima cena ufficiale, contraddistinta da un altro placet che amiamo ricordare, siglato dal Governatore in carica Giorgio Folli nel nostro Libro delle firme quel fatidico 27 settembre 1994:

Ai cari giovani amici del Lions Club Castello di Serravalle Bononia, auguro un futuro lionistico pieno di soddisfazioni nel servire coloro che sentono il bisogno di aiuto disinteressato. Auspico inoltre che fra loro si cementi un sentimento di vera amicizia, base indispensabile per il vivere associativo”.

Da allora molte cose sono cambiate, compreso il nostro territorio di azione che ora è più vasto essendo comune-di-valsamoggiacompreso nell’ampio “super Comune” Valsamoggia, formato dall’unione degli ex comuni di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno.

Nel corso degli anni, abbiamo svolto molte attività di volontariato sociale sostenendo realtà locali, nazionali e internazionali; tali attività, denominate service, sono riassunte nella pagina “Service storici”.

Ogni anno si succedono nuovi Presidenti, i quali dedicano moltissimo tempo e tutte le loro capacità personali e professionali per conseguire sia i risultati che si sono prefissati a inizio anno sia gli obiettivi del programma distrettuale e di quello nazionale.